Chi siamo

manutenzione-straordinaria-chi-siamo“Manutenzione Straordinaria” nasce come ONLUS per proporre e sostenere progetti di solidarietà sociale per soggetti con dipendenze patologiche e problematiche inerenti.

Fin dalla sua nascita, nel 2009, ha avuto come obiettivo quello di proporre un programma concreto finalizzato al ripristino dell’equilibrio psico-fisico dell’individuo. Da un progetto prettamente comunitario si è evoluto in una struttura che ha come finalità fondamentale quella del recupero e del mantenimento delle competenze relazionali. Le competenze, di cui recuperare senso e funzionamento, sono sia quelle da utilizzare in un contesto sociale che più individuali, appartenenti al contesto personale del soggetto. Questo ambizioso progetto ha come centro assoluto di riferimento la persona. A lei sono rivolte le attenzioni necessarie affinché in un determinato periodo della sua vita si ristabilisca e si mantenga la sua personale ed individuale armonia. 

Vi è la possibilità concreta di soggiornare in uno spazio ed un tempo di recupero in cui poter ripensare a se stessi; ri-sperimentarsi sia nei meccanismi malati che hanno portato allo sviluppo di una patologia, sia mettendo alla prova le proprie parti sane, da tempo dimenticate. Si concede così a tutti coloro che vi aderiscono l’opportunità di una riscoperta delle proprie capacità di avere rapporti gratificanti e di condurre una vita socio-familiare equilibrata; proponendo una visione di se più aderente alla realtà, riproducendo ruoli e funzioni normali che definiscono da subito un nuovo modello di vita.

Il centro ha l’intento di offrire interventi mirati a Patologie complesse come la dipendenza dall’alcool, dal gioco d’azzardo, dalla cocaina e dalle moderne ed attuali dipendenze da internet ed affettive. L’annesso progetto SO-STARE rappresenta la naturale continuazione ed evoluzione del servizio, interpretando meglio di ogni altro gli obiettivi associativi. Il centro ha una recettività massima di 6 utenti per appartamento e fornisce un programma di recupero della persona articolato in gruppi specialistici (a tema, dinamiche familiari, musicoterapia e teatro) laboratori (ferro, legno, decoupage), attività ergo terapiche (coltivazione orto, animali da giardino, serra, giardino), colloqui individuali e familiari. Gli operatori del centro forniscono inoltre alla famiglia dell’Utente sostegno e orientamento, inserendola in un progetto parallelo che tende a rivalorizzare le risorse sopite o dimenticate durante la frustrante esperienza della malattia.